Augusto Toro “La via dei Barboni”

    FANTASIA O PROSSIMO FUTURO? Un libro📕 straordinario nato da esperienze passate di Augusto Toro che ci trascina attraverso un vortice di eventi in altre dimensioni popolate da entità biologiche in lotta tra loro per il raggiungimento del dominio su tutte le razze. Invia un messaggio📩 per saperne di più e metti il Like …

La lettura al tempo del Coronavirus

La lettura al tempo del Coronavirus Stare in casa e riscoprire il piacere della lettura, come momento di riflessione, di fronte all’imponderabile che ha cambiato le nostre abitudini, nella consapevolezza della precarietà della condizione esistenziale. Scegli un libro che possa restituire con il connotato perduto della speranza, la dimensione del sogno. Un titolo recentissimo: Lorenza …

María Ospina Pizano- “Gli azzardi del corpo”

«Non essere divorate è l’obiettivo segreto delle protagoniste di questi racconti, donne che cercano uno spazio che le liberi dall’essere solo dei piccoli fiori.» Da oggi in libreria “Gli azzardi del corpo” di María Ospina Pizano, una raffinata geografia degli affetti dove la cura e il senso di protezione si alternano all’ossessione e al tradimento …

Grossi dubbi sulla profezia di Sylvia Browne

Grossi dubbi sulla profezia di Sylvia Browne: tra Coronavirus e previsioni nel 2004 Proviamo a chiarire la questione emersa di recente a proposito di un libro chiamato “End of days” 7 Marzo 2020 di Pasquale Funelli Sylvia Browne Ci sono ancora oggi molte domande senza risposte a proposito di Coronavirus, soprattutto concentrandoci sulla presunta profezia …

Ferdinando II di Borbone

Ferdinando II di Borbone, il re che detestava l’aristocrazia e amava il popolo Pubblichiamo un estratto del libro sul re delle Due Sicilie che Michele Eugenio Di Carlo sta per dare alle stampe. L’autore racconta la fine del Regno delle Due Sicilie. Notevole il ritratto di Ferdinando II descritto da Raffaele De Cesare: “Nessuno meglio …

8 Marzo Ricordiamole con un fiore

Tra i fascisti catturati dai partigiani, erano le donne a suscitare i peggiori istinti. Per la sola colpa di essere mogli, figlie, sorelle o fidanzate di combattenti fascisti, o di aver vestito la camicia nera, erano spesso violentate e uccise da queste belve assetate di sangue e accecate dall’odio ideologico e certe dell’impunità. I sovietici …