Cantico delle Creature: Seconda parte -Parte Terza

Cantico delle Creature: Seconda parte: Laudato si’, mi’ Signore, per frate focu, per lo quale ennallumini la nocte, et ello è bello et iocundo et robustoso et forte. Caro Santo Francesco, la Chiesa di Roma ai tuoi tempi detestava chi si opponeva a “Potere e Ricchezza”. Tu, che provenivi da una ricca famiglia, rinunciasti a …

Nel 1948

Nel 1948, quando a diciassette anni migrai con mio fratello a Torino (la terra di mio padre morto nel 1943) scesi alla stazione di Porta Nuova dal treno proveniente da Venezia ci trovammo sommersi da una folla di “migranti” provenienti dal profondo Sud. Era una parte del Regno delle due Sicilie che, dopo l’unità territoriale …

Sto pensando al Presidente dell’INPS Tito Boeri…

Sto pensando al Presidente dell’INPS Tito Boeri… Caro Presidente… a tutti noi, vecchi pensionati INPS, hai precisato che i lavoratori “extracomunitari” che lavorano attualmente in Italia versano annualmente alle casse dell’INPS 7 miliardi di Euro. Di questi sette miliardi solamente due ritornano, in varie forme di sussidio, a quei lavoratori, 5 miliardi vanno a rimpinguare …

PERCHÉ l’Italia brucia?

PERCHÉ l’Italia brucia? Ricordo, nel 1992, l’incontro con un ex collega siciliano. Era felice perché suo figlio aveva appena conseguito all’università di Palermo la laurea in “Scienze Forestali”. Nel del 1997, in occasione delle feste natalizie, gli chiesi notizie del figliolo e del suo interessante lavoro all’aria aperta. “È sempre disoccupato. Ha fatto domanda anche …

il “Libro dei Perché”

DAL LIBRO DEI PERCHE’: É dall’inizio delle elementari (1937) che l’Enciclopedia dei Miei Ragazzi, edita dal vecchio Mondadori, mi assilla. I fascicoli uscivano settimanalmente, e l’argomento che attirò subito la mia attenzione fu il “Libro dei Perché”. Inizialmente, per comprendere il significato delle parole difficili, ricorrevo all’aiuto dei fratelli maggiori. Galeotto fu il libro, anzi …

27 giugno, il Santo di turno era San Cirillo

27 giugno, il Santo di turno era San Cirillo. Sessant’anni or sono Cirillo era ricordato unicamente nei libelli satirici e dissacranti recitati nelle feste goliardiche. Cirillo era vescovo di Alessandria nel 400 d.C., quando Teodosio, tra l’indifferenza della Chiesa, aveva proibito ogni culto pagano, minacciando la pena capitale. In quel tempo Teone, insegnante ad Alessandria …