L’ALTRA LUCIA

L’ALTRA LUCIA (questa, napoletana doc!) Premessa A Napoli, gli innamorati chiedono protezione ad una “Lucia” che da secoli è considerata la loro protettrice, e che è una delle tante “anime pezzentelle” (dal latino peto = chiedo) che si trovano nel sottosuolo della chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco; affidate al buon …

Napoli 20, 21 e 22 gennaio del 1799

ONORE AL POPOLO NAPOLETANO NEL RICORDO DELLE TRE EROICHE GIORNATE DEL 1799.   20, 21 e 22 gennaio del 1799 sono le tre date che dovrebbero essere scolpite su lapidi e libri. Per tre giorni il popolo napoletano si oppose all’invasione francese realizzata con la complicità di pochi giacobini locali. Da 223 anni si celebrano …

Antichi mestieri napoletani

ANTICHI MESTIERI NAPOLETANI RACCONTATI DALLO SCRITTORE LUCIANO DE CRESCENZO. Tutti mestieri come o “sosciapasta” che potevano nascere soltanto dall’incommensurabile ingegno e dall’arte di arrangiarsi del popolo partenopeo. Antichi mestieri napoletani, in voga fino al secolo scorso: ‘o sciostapasta, ‘o sapunare, ‘o scartamennezzaglia, oppure ‘o resinaro. Queste sono le attività che il popolo partenopeo si inventava …

La pizza napoletana

GIORNATA MONDIALE DEL PIZZAIOLO, ANZI, DELLA RIVINCITA DEL PIZZAJUOLO NAPOLETANO Sant’Antonio protegge chi ha a che fare con il fuoco. Come il pizzaiolo, detto all’italiana. Fu nel Seicento che la pizza napoletana iniziò ad affermarsi, ovviamente a Napoli . A quel tempo, la parola “pizza”, apparsa per la prima volta nel ‘Codex diplomaticus Cajetanus’ di …

“OSTRICARO FISICO”

FERDINANDO II DI BORBONE E “L’ OSTRICARO FISICO”. Per tutta la metà dell’ Ottocento e sino ai principi del novecento sul lungomare di Santa Lucia erano postate numerose bancarelle con l’ insegna”OSTRICARO FISICO”che vendevano al dettaglio a dozzine o a peso,frutti di mare di ogni specie,ma soprattutto ostriche aperte e pronte per essere consumate. Il …

Marianna, ‘a Capa ‘e Napule

Marianna, ‘a Capa ‘e Napule Una grande testa di donna in marmo fu ritrovata nel Seicento nella zona di Piazza Mercato. Nel testo di Carlo Celano del 1692 “Notizie del bello, dell’antico e del curioso della città di Napoli” l’antica testa femminile è indicata come quella della mitica Sirena Parthenope. Per il popolo napoletano è …