Cavità della Napoli Borbonica

ETIMOLOGIA DELLE PAROLE NAPOLETANE LA PIÙ FAMOSA CAVITÀ DELLA NAPOLI BORBONICA Nel 1853 Ferdinando II di Borbone incaricò l’architetto Errico Alvino di progettare un viadotto sotterraneo che, passando sotto Monte Echia, congiungesse il Palazzo Reale con piazza Vittoria, prossima al mare e alle caserme. Lo scopo era quello di realizzare un percorso militare rapido, per …

Mamozio

ETIMOLOGIA DELLE PAROLE NAPOLETANE ‘E PPAROLE STREVEZE: MAMOZIO (ovvero da Pozzuoli al… mondo!) Secondo Raimondo Annecchino (che ebbe l’approvazione di Benedetto Croce) questa parola, nata nel Settecento a Pozzuoli, si diffuse rapidamente in Italia, soprattutto nel Meridione. Ecco in sintesi la storia: intorno al 1706, a Pozzuoli, nei lavori di scavo per la costruzione della …

Voce ‘e notte: la storia di una serenata disperata

Voce ‘e notte: la storia di una serenata disperata Ci sono tante poesie, tante canzoni in lingua napoletana che parlano di amori finiti, amori mai iniziati, amori sbagliati, ma forse nessuna di queste raggiunge la dolcezza di “Voce ‘e notte”(Voce della notte). Una serenata struggente, un pianto d’amore che con la sua semplicità riesce a …

Lazzari (o anche lazzaroni)

LAZZARI E LAZZARONI Con il termine lazzari (o anche lazzaroni) si indicano i giovani dei ceti popolari della Napoli del XVII-XIX secolo. Particolarmente famoso fu il ruolo da loro svolto nella difesa della città contro la Repubblica napoletana nel 1799 sostenuta dalla Francia. Condizioni di vita Grazie alle favorevoli condizioni climatiche e al rapporto privilegiato …

L’ALTRA LUCIA

L’ALTRA LUCIA (questa, napoletana doc!) Premessa A Napoli, gli innamorati chiedono protezione ad una “Lucia” che da secoli è considerata la loro protettrice, e che è una delle tante “anime pezzentelle” (dal latino peto = chiedo) che si trovano nel sottosuolo della chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco; affidate al buon …

Napoli 20, 21 e 22 gennaio del 1799

ONORE AL POPOLO NAPOLETANO NEL RICORDO DELLE TRE EROICHE GIORNATE DEL 1799.   20, 21 e 22 gennaio del 1799 sono le tre date che dovrebbero essere scolpite su lapidi e libri. Per tre giorni il popolo napoletano si oppose all’invasione francese realizzata con la complicità di pochi giacobini locali. Da 223 anni si celebrano …