La napoletaneria che tanto piace in Tv

La napoletaneria che tanto piace in Tv Blog > Controstorie Giovedì 16 Gennaio 2020 Prendete un tizio che urla, gesticola, si agita, si lamenta, che parla solo in dialetto, che addossa la colpa di ogni cosa agli altri…e poi ruba, fa il furbo, non rispetta mai le regole. Ecco, in questa miscela avrete tutti gli …

“Le nostre tradizioni: mai dimenticarle.

Napoli ieri sera è stato uno spettacolo senza uguali. Stefano Bollani&Daniele Silvestri e tanto altro ancora hanno fatto divertire mezzo milione di persone. Di nordico c’era solo la nebbia dopo i botti e i fuochi “Le nostre tradizioni: mai dimenticarle. da un post di Patrizia Stabile BON CAPUDANNU Ora chi simu ccaa vi la cantu …

Il presepe napoletano nasce da un sogno

La Cantata dei pastori: il presepe napoletano nasce da un sogno written by Eugenio D’Amico 24 Dicembre 2019 “Luca: (mostrandogli un pacchetto) adesso sono andato a comprare i Re Magi, perché quando ho aperto la scatola dove conservo i pastori, e se no a Natale è troppa spesa, ne ho trovato uno con la testa …

I Seggi di Napoli

I Seggi di Napoli ________________________________________ Cosa erano i Seggi? Erano anzitutto edifici cittadini, composti da un atrio ed un vano chiuso per le riunioni, ed erano poi “piazze” cioè luoghi di inquadramento socio-topografico delle famiglie aristocratiche. Erano edifici, erano “piazze” ed infine erano unità amministrative: ogni seggio è partecipe dell’amministrazione della città. • Il numero …

Gli scugnizzi di Mancini e Gemito

Gli scugnizzi di Mancini e Gemito Un’artista inquieto e stravagante s’aggirava per i quartieri popolari della Napoli ottocentesca. Antonio Mancini camminava fianco a fianco col suo amico Vincenzo Gemito, dei due era forse lui che anticipava i risvolti creativi di un’osservazione acuta e sensibile alla più eccitata fantasia. Attraversano le strade più rumorose, sporche, poveri …

Napoli, la città che piace ai turisti

Napoli, la città che piace ai turisti non merita questo sfascio Giovedì 28 Novembre 2019 di Gigi Di Fiore L’«industria dei forestieri», come la definiva Francesco Nitti, nelle grandi città conosce poche e semplici regole: accoglienza logistica ottimale, ampia offerta di storia, tradizioni, cultura, eventi e buon cibo, ma soprattutto servizi, e ancora servizi, efficienti. …