Il primato della pasta di Napoli

IL PRIMATO INCONTESTABILE DELLA PASTA NAPOLETANA. INTERESSANTE ARTICOLO DI VESUVIOLIVE E DIVERTENTE POLEMICA CON QUALCHE SOLITARIO “ANTI-PRIMATISTA”. Interessante articolo sulla seguitissima rivista online Vesuviolive con diversi spunti sulla storia dei nostri maccheroni famosi nel mondo, dalle origini greco-romane agli “uomini di bronzo”, dalle fabbriche alle esportazioni con qualche notizia divertente in merito alle (false) notizie …

In Napoletano “Il mare” di Matilde Serao

Per la prima volta in Napoletano “Il mare” di Matilde Serao nella traduzione di Roberto D’Ajello Posted by altaterradilavoro  La Giornata Internazionale della Lingua Madre, indetta dall’UNESCO per promuovere la salvaguardia della diversità linguistica e culturale nel mondo, come elemento fondamentale di emancipazione individuale e sociale.  Questa Giornata è rivolta a tutte le lingue madri, …

La targa nascosta a Forcella

“Dio m’arrassa da invidia canina”: la targa nascosta a Forcella by Federico Quagliuolo Una storia di odio e invidie fra vicini di casa di 500 anni fa oggi è sopravvissuta a Forcella. Un povero calzolaio, che amava suonare il violino, era odiato dai vicini per il rumore che faceva. E fu accusato di un falso …

Gigi Fiore, racconta la sua Napoli

Gigi Fiore, giornalista napoletano, autore di numerosi libri, racconta la sua Napoli Francesca Rossetti Giugno 7, 2020  Gigi Di Fiore è un importante giornalista napoletano autore di numerosi libri, buona parte dei quali dedicati alla splendida città partenopea: sentiamo cosa di racconta di questa bellissima località e della sua vita.       Chi è …

Armando Gill – ‘E quatt’ ‘e maggio, 1918

TUTTI PRONTI PER LA RIAPERTURA DEL 4 MAGGIO? Core, fatte curaggio, ‘sta vita è nu passaggio. Facimmoncillo chistu quatto ‘e maggio, che ce penzammo a fá, si ‘o munno accussí va? (Armando Gill – ‘E quatt’ ‘e maggio, 1918) Ê QUATTE ‘E MAGGIO (1918) I E tenevo ‘na bbella putechella ch’avevo fatto tanto p’accurzá… Soglia …

Lo sguardo di Compagnone sulla città di Masaniello

Lo sguardo di Compagnone sulla città di Masaniello L’amarezza è la sua cifra per scandagliare quella Napoli non più «bagnata dal mare» di Matteo Cosenza Quando conobbi Luigi Compagnone, con il quale ebbi poi una quasi quotidiana frequentazione per molti anni, ero curioso di capire quanto fosse vero lo spietato ritratto che di lui fece …