Pontelandolfo ricorda Alfredo Pigna

ALFREDO PIGNA IL CANTORE DELLO SPORT ITALIANO DA PONTELANDOLFO IN POI… La notizia della scomparsa di Alfredo Pigna dello scorso 19 novembre 2020 è passata quasi inosservata ai più. La Televisione di Stato attraverso i telegiornali, ha ricordato il collega che fu, licenziandolo da questo mondo in punta di piedi. Scarni i comunicati, un po’ …

Irpinia- 40 anni dal terremoto

Quarant’anni dal terremoto, il grido dell’Irpinia: “La ferita c’è, la sfida è il futuro” di Pierluigi Melillo (ansa) L’ex sindaco di Lioni, D’Amelio: “Ora combattiamo contro la desertificazione”. Venezia: “Quei buchi neri mai ricostruiti ad Avellino”. Famiglietti: “Post sisma, occasione mancata” Cos’è oggi l’Irpinia 40 anni dopo il terremoto del 23 novembre 1980, che seminò …

La Francia ci prende a schiaffi

La Francia ci prende a schiaffi Insultare gli italiani non è reato La redazione di Charlie Hebdo si era finora difesa dalle accuse appellandosi al diritto di satira e negando di avere voluto offendere la gente di Amatrice Gerry Freda – Sab, 21/11/2020 La battaglia legale avviata in Francia dal Comune di Amatrice contro il …

Deportazione dei meridionali

LA FALLITA DEPORTAZIONE DEI NAPOLITANI Contro il brigantaggio i Savoia misero a punto un vero e proprio piano di deportazione dei meridionali che fallì per l’ostilità delle potenze straniere a ospitarli. Vediamo quali sono le tappe di questa vicenda ricostruite attraverso i documenti diplomatici conservati all’Archivio storico della Farnesina. Diciamo subito che sul piano c’è …

Lettera a un ragazzo della classe Duemila

𝗟𝗲𝘁𝘁𝗲𝗿𝗮 𝗮 𝘂𝗻 𝗿𝗮𝗴𝗮𝘇𝘇𝗼 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗰𝗹𝗮𝘀𝘀𝗲 𝗗𝘂𝗲𝗺𝗶𝗹𝗮 Caro Ragazzo nato nel Duemila, pensavo a te nel Novecento come a una figura mitologica, una specie di marziano che avrebbe abitato altri mondi, si sarebbe alimentato in altri modi, avrebbe viaggiato per altre galassie. Era questa la promessa euforica che circolava negli anni sessanta del secolo scorso, …

Le buste paga per gli statali

Ora cambiano le buste paga: i nuovi importi per gli statali L’offerta del governo: incrementare lo stipendio più del 4%. Ma i sindacati protestano e pretendono ancora più soldi per i dipendenti pubblici Luca Sablone – Sab, 21/11/2020 Il governo rischia di far crescere l’odio tra cittadini garantiti e quelli che non lo sono. A …