Riflessioni di Maria Pia – ho fatto il vaccino

Ieri ho fatto il vaccino. Stamane mi sento come se mi fosse passato un trattore addosso, ma pensando alla solitudine covid, alla mancanza di lavoro, a chi non c’è più per questo maledetto virus, alla povertà e a tutto ciò che ne è derivato, il dolore scompare per lasciare posto alla speranza, soprattutto per i …

Riflessione di Maria Pia :”Esprit de l’escalier”

“Esprit de l’escalier”. A coniare l’espressione, dando il nome al fenomeno, è stato il filosofo illuminista Denis Diderot, nel “Paradosso sull’attore”. Durante una cena a casa di Jacques Necker gli fu opposta un’obiezione che sul momento riuscì ad azzittirlo, lasciandolo senza argomenti, in quanto, come egli spiega: «l’homme sensible, comme moi, tout entier à ce …

Rifflessione di Maria Pia

Più della dittatura delle armi, mi spaventa la dittatura del pensiero. Stiamo precipitando in un abisso senza fondo, ingoiati dalla nostra stessa ignoranza. Non amo la politica, né quella di destra, né quella di sinistra, ma coloro che hanno “spinto” la Molisana a chiedere scusa, fanno parte dell’estremismo più becero. Meditavo: oltre alle “abissine” e …

Riflessioni di Maria Pia 12°

Nel 1896 il fumettista Albert Robida proponeva una rappresentazione del nostro oscuro futuro. “La visio-conferenza”. L’incisione è intitolata: FAMILY REUNION. Io immagino una vita su Marte, o sulla Luna. Basta scavalcare un po’ di spazio e tempo e “ualà”. Perchè no? M.P.   Un po’ di storia. Della sua vita prima che diventasse cristiano non …

Riflessioni di Maria Pia 11°

Un pesce mandarino dà un bacio alla sua compagna… Perché un bacio, oltre a trasmettere anticorpi ed a scambiarsi “batteri buoni”, stimola il buonumore. In una piovosa domenica dicembrina, cosa c’è di meglio che baciarsi? Magari, mentre si legge un buon romanzo, delle poesie, un saggio storico, una raccolta di racconti. Ovviamente, 2000diciassette… (Buona domenica …

Riflessioni di Maria Pia 10°

Il braciere. La gabbietta di ferro e la copertina, quella un po’ usurata, con piccoli buchetti dove infilavo le dita. Ricordo che solo mio padre non sedeva mai accanto al braciere, non capivo il perché, ora lo so: preferiva fossimo noi, le sue donne, a riscaldarci. A chi ci faceva visita, la seconda domanda dopo: …